c roca Archivi - Melendugno to you

Il tunnel sotterraneo di Roca.

Il tunnel sotterraneo di Roca, l’ennesima sorpresa di un territorio che meraviglia.

Il tunnel sotterraneo di Roca è l’ennesima dimostrazione che questa località si immerge in un mare da favola e affonda le sue radici nella storia. Affascinante, incantevole, suggestiva, Roca sono in molti a conoscerla, in pochi ad aver approfondito. L’insediamento antico di Roca vecchia risale all’età del bronzo XV a.C. Dopo una lunga fase di avvicendamenti, invasioni e diverse dominazioni, la popolazione di Roca si spostò per mettersi in salvo dagli assalti turchi. Nacque così Roca nuova, cittadina medievale nata proprio con l’obbiettivo di difendere la popolazione in una zona distante dalle coste assaltate. Nel tempo l’uomo che ha abitato queste aree sembra aver costruito sotterranei risalenti a prima e seconda guerra mondiale. Ed oggi vi mostriamo un tunnel che collegherebbe l’entroterra con la costa, un sotterraneo che ci permette di immergerci ancora di più in un luogo meraviglioso.

Utile? Condividilo su:
cose da vedere e da fare a Roca

Cose da vedere e da fare a Roca

Cose da vedere e da fare a Roca?

Roca si divide in Roca Vecchia, insediamento risalente all’età del bronzo e Roca Nuova, piccolo centro medievale. Tra le cose da vedere e da fare a Roca ce ne sono parecchie. Innanzitutto un’escursione al parco archeologico.

Si tratta infatti di un’area interessata da un processo storico suggestivo e pieno di miti e leggende. Grandi ritrovamenti rendono il parco archeologico una delle attrattive più importanti dell’intero Salento. Questa frazione venne abbandonata a metà del ‘400 a causa delle invasioni turche, portando la popolazione a trovare rifugio nel nuovo insediamento di Roca Nuova, posta nell’entroterra, a riparo da invasori.

Tra le altre cose da vedere e da fare a Roca c’è sicuramente la visita alla Grotta delle Poesia, una delle dieci piscine naturali più belle del mondo, oppure fare il bagno lontano dalle folle turistiche, in una delle tante aree perlopiù sconosciute.

Per ulteriori approfondimenti visita la nostra pagina

Seguici su Facebook

Utile? Condividilo su: